Armi sacre per la guerra spirituale: indossare l'intera armatura di Dio

Negli ultimi anni, ci sono stati molti programmi televisivi volti ad aiutare le persone a vestirsi adeguatamente. A volte la premessa ruota attorno agli esperti che aiutano le persone a scegliere l'abito giusto per un matrimonio. Altre volte, qualcuno con un senso della moda terribilmente povero riceve un restyling totale con l'aiuto di guru della moda e qualche spesa seria. Allo stesso modo, il cristianesimo aiuta le persone a vestirsi adeguatamente, anche se non nel senso tipico.

Paolo avvisa gli Efesini che ci sono alcune cose che i cristiani devono rimandare e altre che devono mettere. Più specificamente, dice a loro (ea noi) di indossare l'armatura cristiana in modo che possiamo essere adeguatamente attrezzati per resistere agli assalti che inevitabilmente si fanno strada in questo mondo spiritualmente pericoloso.

L'armatura di Dio

Secondo la Bibbia, la vita non è un picnic ma una battaglia, una lotta armata contro un potente avversario. Per impegnarci adeguatamente in quella battaglia, abbiamo bisogno di un rinnovamento spirituale in cui il nostro abbigliamento naturale fragile e inadeguato viene sostituito da armature e armi adeguate. Quindi Paolo conclude la sua magnifica lettera satura di vangelo agli Efesini con un ultimo compito da preparare per affrontare la battaglia della vita nel modo giusto, vestito con l'armatura di Dio.

Molte persone credono che, come dice Wikipedia,

i vari pezzi (la cintura della verità, il pettorale della giustizia, le scarpe del vangelo della pace, lo scudo della fede, l'elmo della salvezza e la spada dello Spirito) sono correlati a ciò che Paolo avrebbe visto in prima persona come armi e armature dei legionari romani durante la sua vita nell'impero romano.

Questa ipotesi, tuttavia, manca del fatto che ciascuno dei pezzi di armatura ha un ricco background nell'Antico Testamento, dove descrivono l' armatura di Dio - l'armatura che Dio stesso indossa per salvare il suo popolo. L'Antico Testamento, non il legionario romano, fornì a Paul la sua ispirazione - e se ci manca questo sfondo, potremmo fraintendere e applicare erroneamente i vari pezzi dell'armatura.

Pettorale e casco

Gli esempi più ovvi sono "la corazza della giustizia" e "l'elmo della salvezza" (Efesini 6:14, 17), entrambi tratti direttamente da Isaia 59:17. Lì il profeta dice di Dio: “Indossò la giustizia come una corazza e un elmo di salvezza sulla sua testa; indossò abiti di vendetta per vestirsi e si avvolse nello zelo come un mantello ”. Nei capitoli precedenti, Isaia descrive la promessa di Dio di affrontare i nemici fisici del suo popolo, in particolare Babilonia. Ma ora il profeta descrive il guerriero divino che viene ad affrontare il nemico molto più grande e più pericoloso delle loro anime: il peccato.

Il popolo di Dio non ha la propria giustizia da portare; la loro migliore giustizia, a parte l'aiuto divino, non è altro che indumenti sporchi (Isaia 64: 6). Se il Signore avesse a che fare con il suo popolo secondo le proprie azioni, non ci sarebbe altro da anticipare che un giudizio spaventoso. Ma Isaia dichiara che il divino guerriero non sarebbe venuto come un giudice adirato; invece, verrebbe come loro Redentore per portare loro la salvezza.

Piedi Pronti

Allo stesso modo, l'immagine di Paolo di "piedi preparati con il vangelo della pace" (Efesini 6:15, mia traduzione) non deriva dall'osservazione dei sandali romani; piuttosto, l'immagine si basa direttamente su Isaia 52: 7: “Quanto sono belli sui monti i piedi di colui che porta buone notizie, che pubblica la pace, che porta buone notizie di felicità, che pubblica la salvezza, che dice a Sion: 'Il tuo Dio regna '”. Efesini 6 e Isaia 52 (insieme a Naum 1) sono gli unici passaggi della Bibbia in cui le parole piedi, buona notizia e pace si incontrano insieme.

"Secondo la Bibbia, la vita non è un picnic ma una battaglia, una lotta armata contro un potente avversario". Twitter Tweet Facebook Condividi su Facebook

Questo background dell'Antico Testamento chiarisce una potenziale ambiguità nelle parole di Paolo. Quando Paolo parla di piedi calzati di "prontezza del vangelo della pace", intende la prontezza data dal vangelo della pace o la prontezza a diffondere la buona notizia che porta la pace? Molte traduzioni e commenti optano per l'interpretazione precedente. Ma se Paolo sta pensando a Isaia 52, allora la prontezza che ha in mente è principalmente la disponibilità a condividere la buona notizia come araldi del Vangelo. Gli araldi hanno bisogno di buone scarpe per consentire loro di viaggiare lontano e in fretta per portare il loro messaggio a chi ha fame di sentire buone notizie.

Isaia immagina le sentinelle che scoppiano in un canto gioioso sui muri di Gerusalemme (Isaia 52: 8). Coloro che avevano a lungo steso gli occhi con la spaventosa anticipazione di un nemico in avvicinamento ora annunciano buone notizie di liberazione per i cittadini assediati di Sion. Paolo applica questa stessa immagine al nostro privilegio di affrettarci a condividere il vangelo della pace con credenti e non credenti.

Cintura della verità

La cintura della verità viene anche da Isaia. In Isaia 11, il popolo di Dio, Israele, aveva voltato le spalle alla luce e aveva scelto di vivere nelle tenebre, respingendo la rivelazione del Signore. Eppure Dio ha promesso che avrebbe inviato una figura messianica dalla linea di David per liberarli. Questo re in arrivo indosserebbe la giustizia come una cintura intorno alla sua vita e la "fedeltà" come una cintura intorno ai suoi lombi (Isaia 11: 5).

La traduzione greca dell'Antico Testamento usa la stessa parola greca ( aletheia ) per fedeltà in Isaia 11 che Paolo usa in Efesini 6, dove le nostre versioni inglesi la traducono come verità . Questo re messianico salverà il suo popolo e porterà la benedizione finale della pace - una pace che si estende attraverso la creazione (Isaia 11: 6–9). Gli effetti tossici della caduta, provocati dal primo Adamo che ascolta le bugie di Satana, sarebbero annullati da questo secondo Adamo ed erede della linea di David, le cui qualità fondamentali sono la verità e la fedeltà.

Spada dello Spirito

La spada dello Spirito, la parola di Dio, è tratta da Isaia 49: 2. Lì il promesso servitore del Signore dice: “[Il Signore] ha reso la mia bocca come una spada affilata; all'ombra della sua mano mi nascose; mi ha fatto una freccia lucida; nella sua faretra mi ha nascosto. ”In altre parole, il Signore stava preparando il suo servo a venire come un guerriero con parole taglienti di giudizio. Nel contesto originale, il servitore era Israele, che doveva essere il fedele servitore di Dio, da lui equipaggiato per portare luce ai Gentili. Eppure ai tempi di Isaia, c'era molto che doveva essere giudicato e condannato in Israele e in Giuda stesso. Non erano adatti per essere il servitore del Signore, quindi dovette mandare il suo servitore per portare luce a loro e ai Gentili.

"L'armatura è prima di tutto l'armatura di Dio piuttosto che la nostra." Twitter Tweet Facebook Condividi su Facebook

Questo servitore promesso, il nuovo Israele con una missione nello storico Israele, è Gesù stesso. Eppure, anche se Gesù avrebbe potuto entrare in questo mondo con parole taglienti di giudizio, condannando tutti coloro che non raggiungono la perfetta giustizia, nella sua prima venuta è venuto a cercare e salvare i perduti, sia quelli di Israele che quelli delle nazioni (Luca 19 : 10). Nella sua seconda venuta, Gesù tornerà come un guerriero che cavalca un cavallo bianco con una spada affilata proveniente dalla sua bocca con cui giudicare tutte le nazioni (Apocalisse 19: 11–16).

Shield of Faith

Lo sfondo dell'Antico Testamento per la frase scudo della fede chiarisce anche un'ambiguità nelle immagini di Paolo. Quando dice: "Prendi lo scudo della fede, con il quale puoi estinguere tutte le freccette ardenti del malvagio" (Efesini 6:16), Paolo non sta dicendo che la fede in sé ha un notevole potere difensivo contro Satana. Piuttosto, sta dicendo che la fede ci protegge dagli attacchi di Satana perché la fede prende il potere e la protezione di Dio stesso.

Durante tutto l'Antico Testamento, è Dio, non la fede, che viene ripetutamente descritto come il nostro scudo. In Genesi 15: 1 il Signore dice ad Abramo: “Io sono il tuo scudo; la tua ricompensa sarà molto grande ”. Proverbi 30: 5 dice:“ [Dio] è uno scudo per coloro che si rifugiano in lui ”. Dio è il nostro scudo e rifugio; è il nostro nascondiglio nel giorno della difficoltà; la sua fedeltà ci terrà al sicuro quando veniamo colpiti da frecce, fiammeggiante o altro (Salmo 91: 4–5). La fede diventa il nostro scudo nelle immagini di Paolo perché è il mezzo con cui fuggiamo a Dio per rifugiarci.

Christ the Warrior

Ancora più importante, lo sfondo dell'Antico Testamento contesta l'opinione comune secondo cui l'armatura cristiana è principalmente un insieme di discipline che dobbiamo eseguire per essere considerati cristiani. È certamente vero che l'armatura di Dio descrive le qualità essenziali per noi da perseguire appassionatamente se vogliamo essere saldi sotto l'assalto di Satana. Eppure l'armatura è prima di tutto l'armatura di Dio piuttosto che la nostra. Attraverso il Vangelo, il divino guerriero ci dà il suo equipaggiamento, che prima indossò trionfalmente al nostro posto nella sua lotta definitiva contro le forze del male.

"Attraverso il Vangelo, il divino guerriero ci dà la sua attrezzatura, che indossava per prima al posto nostro." Twitter Tweet Facebook Condividi su Facebook

Gesù Cristo è il guerriero trionfante su Satana, la morte e il peccato attraverso la sua fedeltà e giustizia, e la sua vittoria è ora attribuita a noi come se fosse la nostra. Poiché è rimasto fermo nella sua battaglia, anche noi cristiani - deboli, timorosi e impreparati come spesso siamo - alla fine resisteremo. Per fede, la sua giustizia diventa nostra, e in Cristo abbiamo uno scudo di rifugio in Dio, che non ci abbandonerà né ci abbandonerà mai.

Questa è la buona notizia che ci è stato dato il privilegio di annunciare in lungo e in largo il mondo e di predicare quotidianamente ai nostri cuori. L'armatura di Dio parla di misericordia e grazia ai peccatori distrutti, e una salvezza che le forze dell'inferno stesso non possono mai rubarci, mentre riposiamo in lui.

Adattato dal prossimo libro The Whole Armour of God di Iain Duguid © 2019. Utilizzato per concessione di Crossway, un ministero editoriale di Good News Publishers, Wheaton, IL 60187.

Raccomandato

Dieci passaggi per i pastori per memorizzare il freddo
2019
Può un buon Dio portare dolore?
2019
L'abuso di Esodo 21: 22–25 di Pro-Choice Advocates
2019