Combatterai con Dio?

Di cosa hai veramente bisogno da Dio in questo momento? Quale benedizione vuoi da lui? Quanto lo vuoi?

Ci sono momenti in cui Dio rilascia le sue benedizioni su di noi solo dopo una stagione di lotte prolungate e persino dolorose con lui.

La partita di wrestling più strana della storia

In Genesi 32, Jacob sta tornando a casa a Canaan con la sua piccola tribù di mogli e figli dopo un soggiorno di vent'anni nel Paddan-aram. Ed è spaventato a morte, perché il suo estraneo fratello, Esaù, viene a incontrarlo - con quattrocento uomini (Genesi 32: 6). Questa non è una festa di benvenuto; è un esercito.

Quindi, dopo aver diviso la sua famiglia in due campi per cercare di evitare il completo annientamento, Jacob, comprensibilmente soffrendo di insonnia, intende passare la notte da solo - senza dubbio in una preghiera disperata.

"Tutta la nostra lotta con Dio nella fede porta alla pace". Twitter Tweet Facebook Condividi su Facebook

Ma uno strano uomo che si presenta e lotta contro Jacob fino all'alba interrompe bruscamente i suoi piani. Ad un certo punto durante questa strana gara Jacob capisce che sta lottando contro Dio. E quando Dio decide che è il momento di terminare la partita, disloca l'anca di Jacob e chiede di essere rilasciato. E Jacob, nel dolore significativo, risponde: "Non ti lascerò andare se non mi benedirai" (Genesi 32:26).

Questa risposta piace chiaramente a Dio, che pronuncia questa benedizione su Giacobbe: "Il tuo nome non sarà più chiamato Giacobbe [ingannatore], ma Israele [lotta con Dio], poiché tu hai lottato con Dio e con gli uomini e hai prevalso" (Genesi 32:28).

Jacob quindi zoppica verso la sua riunione tesa con Esaù con un corpo indebolito e una fede rafforzata. Dopo aver lottato con Dio, sa che le sue preghiere riguardanti Esaù riceveranno risposta.

Benedizioni attraverso il wrestling

Prendi nota di ciò che Dio fece quando lottò contro Giacobbe. Jacob iniziò la notte temendo l'arrivo di Esaù. Era pieno di paura e disperazione. Ma ha concluso la notte della lotta con la benedizione di Dio e una rinnovata fede. Tutte le nostre lotte con Dio nella fede portano alla pace.

E non è interessante che Dio non abbia semplicemente parlato a Giacobbe in un sogno o in una visione come aveva fatto altre volte (Genesi 31:13) e ha ribadito la sua promessa e ha pronunciato parole confortanti? Questa volta Dio ha affrontato la paura di Giacobbe richiedendogli di lottare tutta la notte. Probabilmente questo sentiva Jacob come una seccatura mal programmata quando voleva solo conforto e sicurezza. Ma più tardi si rese conto di quanto fosse confortante. A volte, quando vogliamo il conforto di Dio, lo invia in pacchetti inaspettati e persino indesiderati.

"Se necessario, Dio ci farà zoppicare per aumentare la nostra fede". Twitter Tweet Facebook Condividi su Facebook

Dio ha persino afflitto Jacob con una ferita debilitante. Ciò ebbe l'effetto di rendere Giacobbe ancora più vulnerabile a Esaù, costringendo la fede di Giacobbe a riposare più pienamente su Dio e non su se stesso. Se necessario, Dio ci farà zoppicare per aumentare la nostra fede.

Infine, lottare con Dio ha cambiato l'identità di Jacob. Non doveva più essere conosciuto come uno che riceveva la sua benedizione dall'inganno. Questa volta ha ricevuto la benedizione di Dio prevalendo con Dio per fede. Questa lotta si rivelò un dono di grazia profondamente restaurato che Dio diede a Giacobbe, non diversamente dal dono che Gesù fece a Pietro lasciando che Pietro affermasse il suo amore per Gesù tutte le volte che lo aveva negato (Giovanni 21: 15–17). La tenace fede di Giacobbe fece piacere a Dio e ricompensò la richiesta di Giacobbe (Ebrei 11: 6). Quando Dio ci chiama a lottare con lui, c'è sempre più da fare di quanto non capiamo prima e Dio lo usa sempre per trasformarci in bene.

Dio vuole benedirti

Quando Dio ci fa lottare per alcune benedizioni, non è perché Dio è riluttante a benedirci, anche se è così che si sente per la prima volta. È perché ha più benedizioni per noi nel wrestling che senza.

Ricorda, Dio inseguì Giacobbe per questa partita. Dio fu l'iniziatore. Jacob stava stufando nella sua stessa ansia per Esaù e la sua squadra di massacri in avvicinamento quando Dio si presentò. E il wrestling attirò Jacob dalla sua terribile preoccupazione e lo costrinse a concentrarsi su Dio.

Dubito che Jacob volesse questa concentrazione forzata o addirittura credesse di averne bisogno all'inizio. Non mi sorprenderebbe se all'inizio Jacob avesse pregato: “Dio, ti libereresti di questo ragazzo? Questa è l'ultima cosa di cui ho bisogno adesso. ”Ma quello che scoprì fu che il wrestling era un mezzo per la grazia di Dio, un canale per la benedizione di Dio su di lui.

Lo stesso vale per noi.

Continua a lottare

Quindi chiederò di nuovo. Di cosa hai veramente bisogno da Dio in questo momento? Quale benedizione vuoi da lui? Quanto lo vuoi?

"Non lasciar andare Dio finché non ti benedica". Twitter Tweet Facebook Condividi su Facebook

Dio ti incontrerà nella tua angoscia, paura e incertezza. Ma potrebbe non incontrarti come ti aspetti o desideri. Il tuo più grande alleato potrebbe presentarsi guardando prima come il tuo avversario, incoraggiandoti a lottare con lui.

Se è così, ricorda Jacob. Ci sono più benedizioni nel wrestling. Potresti non aver bisogno di parole morbide di conforto, potresti non aver bisogno di essere lasciato solo con i tuoi pensieri, potresti non aver bisogno di dormire, potresti non aver nemmeno bisogno di un'anca sana! Ciò di cui hai bisogno è la benedizione di Dio!

Quindi quando Dio ti chiama a lottare con lui in preghiera, è un invito a ricevere la sua benedizione. Resta con lui e non mollare. Non lasciarlo andare finché non ti benedica! Ama benedire quel tipo di fede tenace e tu verrai trasformato.

Raccomandato

Dieci passaggi per i pastori per memorizzare il freddo
2019
Può un buon Dio portare dolore?
2019
L'abuso di Esodo 21: 22–25 di Pro-Choice Advocates
2019