Quanto vale un embrione? Le intuizioni mortali dietro l'aborto

La scienza dell'embriologia non è stata gentile con gli abortisti, ma ciò non ha impedito a un comico popolare di fare del suo meglio per respingerlo.

La scienza stabilisce che, sin dalle prime fasi dello sviluppo, i non nati sono esseri umani distinti, viventi e interi. È vero, devono ancora crescere e maturare, ma sono comunque interi esseri umani. I principali libri di testo di embriologia come The Developing Human, Langman's Embryology, Human Umbryology and Teratology lo affermano.

Piuttosto che confutare l'evidenza scientifica per l'umanità del nascituro, alcuni giustificano l'aborto con un appello diretto all'intuizione. Per essere chiari, le intuizioni morali sono più che intuizioni. Sono convinzioni morali forti, stabili e immediate che non richiedono alcuna giustificazione preventiva. Sono adeguatamente basilari o, come hanno scritto i fondatori d'America, "evidenti".

Dichiarazioni come "lo stupro è sbagliato" e "l'omicidio è sbagliato" sono adeguatamente basilari. Non hai bisogno di un sillogismo per difenderli. Chiunque richieda la prova che lo stupro e l'omicidio sono sbagliati non ha bisogno di una discussione; ha bisogno di uno psicologo! La verità delle affermazioni è immediata, diretta ed ovvia. Da una visione del mondo cristiana, un saggio Creatore ha costruito queste verità intuitive nella nostra natura. In effetti, se non hai alcune verità fondamentali in atto per cominciare, non puoi sapere nulla.

Le intuizioni giustificano l'aborto?

Tuttavia, alcune credenze che riteniamo evidenti potrebbero non esserlo. In un mondo caduto, le nostre intuizioni non sono infallibili. In alcuni casi, sono soggetti a correzione da prove superiori, dimostrando così che dopo tutto non sono evidenti. Una recente serie di tweet del comico Patrick S. Tomlinson ne è un esempio.

"In un mondo caduto, le nostre intuizioni non sono infallibili." Twitter Tweet Facebook Condividi su Facebook

Tomlinson pensa di avere una difesa schiacciata dell'aborto. In realtà, non è suo; è un ripasso di un esperimento mentale presentato per la prima volta (in saggi separati negli ultimi trenta anni) da Michael Sandel, Dean Stretton, George Annas ed Ellen Goodman - solo per citarne alcuni. Tuttavia, Tomlinson pensa di aver distrutto il caso della vita per l'umanità del nascituro e la disumanità dell'aborto. In una serie di tweet, scrive:

Ogni volta che si presenta l'aborto, ho una domanda che chiedo da dieci anni alla folla "La vita inizia al concepimento". In dieci anni nessuno ha mai risposto onestamente. È uno scenario semplice con due risultati. Nessuno vuole mai sceglierne uno, perché la risposta corretta distrugge il loro argomento. . . . Ecco qui.

Sei in una clinica per la fertilità [in fiamme]. Perché non è importante. L'allarme antincendio si spegne. Corri per l'uscita. Mentre corri lungo questo corridoio, senti un bambino urlare da dietro una porta. Apri la porta e trovi un bambino di cinque anni che chiede aiuto. Sono in un angolo della stanza. Nell'altro angolo, vedi un contenitore ghiacciato con l'etichetta "1000 embrioni umani vitali". Il fumo sta aumentando. Inizi a soffocare. Sai che puoi afferrare l'uno o l'altro, ma non entrambi prima di soccombere al fumo per inalazione e morire, senza salvare nessuno.

A) salva il bambino, o B) salva i mille embrioni? Non esiste una "C". "C" significa che morirete tutti. In un decennio di discussioni con le persone anti-aborto sulla definizione di vita umana, non ho mai avuto una sola risposta diretta A o B a questa domanda. E non lo farò mai. Non risponderanno mai onestamente, perché tutti istintivamente capiamo che la risposta giusta è "A." Un bambino umano vale più di mille embrioni. O diecimila. O un milione. Perché non sono gli stessi, né moralmente, né eticamente, né biologicamente. Questa domanda evita assolutamente le loro argomentazioni e il loro rifiuto di rispondere conferma che sanno che è vera. Nessuno, da nessuna parte, in realtà crede che un embrione sia equivalente a un bambino.

Tomlinson è convinto che il suo esperimento mentale giustifichi l'aborto quadrando le nostre intuizioni su chi dovremmo salvare. Ma lo fa?

Rispondere alla domanda sbagliata

Immediatamente, Tomlinson è fuori dai binari. La controversia sull'aborto riguarda chi potremmo uccidere intenzionalmente. Il suo esperimento mentale riguarda chi dovremmo salvare intenzionalmente. Vedi il problema?

"Fin dalle prime fasi di sviluppo, i non nati sono esseri umani distinti, viventi e interi." Twitter Tweet Facebook Condividi su Facebook

In parole povere, come segue che, poiché salvi un umano sugli altri, quelli lasciati indietro non sono completamente umani e possiamo ucciderli intenzionalmente? Supponiamo che io sia in una sala di lettura in fiamme con cinquanta dei miei studenti. Posso salvare i miei studenti o mia figlia di 17 anni Emily Rose, che è lì come ospite. Chi posso salvare? Se salvo mia figlia, ne consegue che quelli rimasti indietro non sono umani o che posso sparargli mentre escono?

Rivediamo il sillogismo pro-vita:

Premessa 1: è sbagliato uccidere intenzionalmente un essere umano innocente.

Premessa 2: l'aborto uccide intenzionalmente un essere umano innocente.

Conclusione: pertanto, l'aborto è moralmente sbagliato.

Supponiamo che i professionisti della vita salvino il bambino di 5 anni invece degli embrioni. In che modo l'analogia di Tomlinson confuta il sillogismo pro-vita? Non Nella migliore delle ipotesi, mostra che i professionisti della vita applicano in modo incoerente la loro etica, non che si sbagliano sulla scienza dell'embriologia o sull'immoralità dell'uccisione intenzionale di esseri umani innocenti.

Ora, non penso che i professionisti della vita sarebbero incoerenti per salvare il bambino di 5 anni, per le ragioni che discuterò di seguito. Ma giochiamo insieme. Supponiamo che i professionisti della vita sostengano che i non nati sono umani ma, quando chiamati ad agire secondo le loro convinzioni dichiarate, si ritirano dal farlo. Cosa segue? L'umanità del nascituro è stata screditata?

Un abolizionista nel 1860 potrebbe salvare il cane di famiglia su uno schiavo transitorio, esponendo così le vere credenze dell'abolizionista sugli schiavi. In che modo ciò cambierebbe in qualche modo la natura essenziale dello schiavo o, peggio ancora, giustificherebbe la sua uccisione intenzionale? Andiamo oltre: supponiamo che nel 1860 nessun bianco credesse che gli schiavi fossero umani. Le loro credenze sullo schiavo determinarono ciò che era?

Perché uno potrebbe salvare il bambino

Oltre a ciò, esistono diversi motivi per cui uno potrebbe raccogliere il bambino sugli embrioni senza diminuire il valore degli embrioni.

"Come segue che, poiché si salva un essere umano sugli altri, quelli lasciati indietro non sono completamente umani?" Twitter Tweet Facebook Condividi su Facebook

Immagina che un complesso medico sia in fiamme. Posso salvare un centinaio di embrioni congelati o mille malati terminali di cancro che giacciono incoscienti nelle ultime ore di vita. Se salvo gli embrioni, i malati di cancro sono meno umani e meno preziosi degli embrioni? Certamente no. Piuttosto, ulteriori considerazioni guidano le mie azioni. Mentre gli embrioni e i malati di cancro sono ugualmente umani e preziosi, gli embrioni hanno maggiori possibilità di uscire vivi. Alcuni ce la faranno alla nascita. Quindi, data la situazione di triage che mi sta di fronte, salvo gli embrioni.

Considerazioni simili mi guidano a salvare il bambino di 5 anni sugli embrioni congelati nell'esperimento mentale di Tomlinson. Ancora una volta, entrambi sono uguali nella dignità fondamentale. Tuttavia, il bambino di 5 anni ha molte più possibilità di sopravvivere. Gli embrioni congelati affrontano sfide impegnative che vanno dal contenitore al grembo materno alla nascita. Anche se scongelati con successo, molti embrioni si interrompono spontaneamente dopo l'impianto.

Inoltre, un bambino di 5 anni può provare dolore mentre gli embrioni no. Con una scelta tra lasciare che un essere umano muoia in profonda agonia e lasciare che gli altri muoiano senza alcuna agonia, si salva il primo. Infine, ci sono preoccupazioni sociali. Il bambino di 5 anni ha una famiglia e una comunità locale. Se perisce, dozzine - se non centinaia - sono influenzate dalla perdita. Non così per gli embrioni, dove il dolore doloroso è in gran parte limitato alla famiglia immediata.

Manca il punto

Naturalmente, nessuna di queste considerazioni diminuisce l'umanità degli embrioni o giustifica la loro uccisione intenzionale. Piuttosto, questi fattori sono in pareggio quando decidono di salvare un essere umano rispetto ad altri. Quando scoppiano gli spari, un agente dei servizi segreti prenderà un proiettile per il presidente degli Stati Uniti, ma non per un semplice cittadino. E se Washington, DC, viene attaccato, salverà il presidente su un'intera città. Cosa dice questo sul valore intrinseco di coloro che sono rimasti indietro?

Non dice niente. Mentre tutta la vita umana è ugualmente sacra, le conseguenze della perdita del presidente sono catastrofiche per l'intera nazione. Il servizio segreto lo sa e agisce di conseguenza.

In breve, l'esperimento di pensiero di Tomlinson non è chiaro. Come scrive Ramesh Ponnuru in The Party of Death, "La questione morale posta dagli scenari di costruzione del fuoco è la misura in cui puoi mostrare favoritismi senza essere ingiusto". In questi scenari, scrive, "Potremmo ragionevolmente tenere conto di tutto tipi di cose - legami familiari, prospettive di vita di potenziali soccorsi, le sofferenze che subirebbero se non fossero salvati, ecc. - che non sono rilevanti per la domanda: possiamo ucciderli? ”

Raccomandato

Un capitolo si chiude in Avvento a Betlemme
2019
Dai a Colui che inizia da te (Parte 2)
2019
Preghiera per principianti
2019