Qui sollevo il mio Ebenezer: L'ispirazione per 'Come Thou Fount'

Samuele prese una pietra e la sistemò. . . e chiamò il suo nome Ebenezer; poiché egli disse: "Finora il Signore ci ha aiutato" (1 Samuele 7:12)

La parola ebraica Ebenezer potrebbe essere la lirica meno conosciuta tra tutti i nostri più amati inni inglesi. Il ministro battista Robert Robinson (1735–1790) scrisse “Vieni, tu fonte di ogni benedizione” all'età di 22 anni, non molto tempo dopo la sua conversione, che fu in parte influenzata dalla predicazione dell'evangelista George Whitefield.

Il significato di Ebenezer ha origine più di mille anni prima di Cristo, durante il ministero del profeta Samuele, che ebbe un ruolo chiave in un momento chiave della storia del popolo di Dio. Per molto tempo è stato ricordato come una delle più grandi figure di Israele, accanto a nomi come Mosè (Salmo 99: 6; Geremia 15: 1) e David (Ebrei 11:32). Dio sollevò Samuele come primo profeta (Atti 3:24) dopo il tragico periodo dei giudici (Atti 13:20) per servire come strumento di Dio per stabilire la regalità in Israele.

Eppure, a parte le straordinarie storie della sua nascita e della sua chiamata (1 Samuele 1-3) e il suo ampio coinvolgimento con l'unzione (e rimprovero) del primo re d'Israele (Saul) e l'unzione del secondo (un giovane pastore di nome David), sappiamo abbastanza poco di Samuel.

Neanche dal tuo aiuto

Quello che sappiamo è che durante i suoi primi giorni come profeta, Israele ricevette l'arca dell'alleanza dai Filistei dopo sette mesi, dopo averlo perso in guerra. Fu così angosciante perdere l'arca che quando venne data notizia al giudice israeliano Eli, cadde all'indietro dalla sedia, si ruppe il collo e morì (1 Samuele 4:18). Purtroppo, anche con la perdita dell'arca, la nazione non era ancora pronta a venire davanti a Dio in pieno pentimento. Ci vollero venti anni perché la gente fosse sufficientemente umiliata per rivolgersi a Samuele per condurli a ristabilire il loro rapporto con Dio.

Samuele radunò la gente nella città di Mizpah. Lì il popolo digiunava e confessava la propria infedeltà collettiva a Dio ("Abbiamo peccato contro il Signore", 1 Samuele 7: 6) e Samuele pregava per loro (1 Samuele 7: 5). Ma quando i Filistei sentirono che Israele si era radunato a Mizpah, ne approfittarono come un'opportunità per marciare sui loro nemici - e quando Israele sentì che stavano arrivando, la nazione fu presa dal panico. Il popolo supplicò il profeta: "Non smettere di gridare al Signore nostro Dio per noi, affinché ci salvi dalla mano dei Filistei" (1 Samuele 7: 8).

Samuele rispose sacrificando un agnello a Dio per conto del popolo e, mentre lo faceva, i Filistei iniziarono ad attaccare. Ma Dio ascoltò Samuele e rispose con una magnifica dimostrazione di potere. “Il Signore tuonò con un potente suono quel giorno contro i Filistei e li gettò in confusione, e furono sconfitti davanti a Israele. E gli uomini d'Israele uscirono da Mizpa e inseguirono i Filistei e li colpirono ”(1 Samuele 7: 10–11). Dio udì le grida del suo popolo attraverso Samuele e venne in loro soccorso.

Incontra Ebenezer

Quindi, per commemorare il potente intervento di Dio a nome del suo popolo,

Samuele prese una pietra e la mise tra Mizpah e Shen e la chiamò Ebenezer; poiché egli disse: "Finora il Signore ci ha aiutato". Così i Filistei furono sottomessi e non entrarono di nuovo nel territorio di Israele. E la mano del Signore era contro i Filistei tutti i giorni di Samuele. (1 Samuele 7: 12–13)

In ebraico, Ebenezer significa "pietra di aiuto" ( eben = pietra; ezer = aiuto). Samuele voleva che la gente ricordasse, non solo per alcuni giorni, ma per anni, per decenni, per generazioni, come Dio era venuto in soccorso del suo popolo quando si erano umiliati davanti a lui. Erano vulnerabili, con i loro nemici che si avvicinavano e non meritavano il salvataggio di Dio, essendo stati cronicamente infedeli. Eppure nella sua cortese fedeltà al popolo del suo convento, Dio intervenne con un tuono per gettare i nemici di Israele in confusione e trasformarli nella nazione vulnerabile.

Incline a vagare

Certo, questa non sarebbe la fine della storia di Israele. Molti altri pericoli, problemi e trappole dovevano arrivare. Samuele sollevare la "pietra di aiuto" non era in alcun modo una dichiarazione che la vittoria finale era stata ottenuta, ma che fino a quel momento Dio li aveva aiutati. “Finora il Signore ci ha aiutato”. E poiché il popolo di Dio non era ancora fuori dal bosco, questo Ebenezer aveva un ruolo da svolgere nel ricordare alla nazione di mantenere la fede nei giorni a venire.

Così è con noi oggi, che cantiamo l'inno di Robinson e ricordiamo la preghiera di Samuel. Le nostre storie non sono ancora finite e non siamo ancora fuori dal bosco. Molte altre minacce ci attendono e aggrediranno la nostra fede. E sappiamo che i nostri cuori sono indifesi a parte l'accordatura e il suggellamento della grazia di Dio. Siamo inclini a vagare.

Tuttavia, mentre viviamo nella tensione di questo momento chiamato presente - dove le rapide del futuro si precipitano verso di noi e si raccolgono dietro di noi nella pozza del passato - sappiamo chi è stato mostrato dal nostro Dio. È davvero la fonte di ogni benedizione. È lui le cui correnti di misericordia non cessano mai e saranno di nuovo nuove domani (Lamentazioni 3: 22–23). E non solo si è mostrato fedele in innumerevoli piccole gentilezze e salvataggi, ma soprattutto nella morte del proprio Figlio per noi (Romani 5: 8), la vetta del suo amore redentore, l'Ebenezer che chiamiamo Calvario.

Gesù ha versato il suo stesso sangue per salvarci mentre vagavamo. Quanto ancora ci salverà dai pericoli che verranno? Ha sollevato la pietra dell'aiuto e la nostra speranza di arrivare sani e salvi a casa, venire ciò che può, non è un semplice desiderio, ma una speranza sicura e costante, sicura quanto Dio è Dio. Se apparteniamo a Cristo, ci legherà a se stesso e sigillerà i nostri cuori per le corti del cielo.

Desiring God ha collaborato con The Worship Initiative di Shane & Shane per scrivere brevi meditazioni per più di cento canzoni e inni popolari.

Raccomandato

Quali sono le qualifiche per anziani e diaconi?
2019
Che cos'è un discepolo?
2019
Adatto per la distruzione
2019