Sette cose da fare dopo aver visto la pornografia

Molti consigli cristiani sui tossicodipendenti del porno non sono utili - il che significa che non contribuiscono ai progressi reali nel pentimento, nella guarigione, nel ripristino e nel recupero. Soprattutto, non riesce a risolvere i problemi che sono alla base dell'uso del porno. Spesso il consiglio cristiano o ha la testa tra le nuvole di teologia e riferimenti biblici, oppure è un elenco di how-to superficiali, e viene bussato sotto la sabbia della vita reale - del fallimento e della lotta per sperare. In che modo il Vangelo è rilevante per fallire e riprovare? E fallire e riprovare? E fallire e riprovare?

Troppo spesso permettiamo agli ideali irraggiungibili di dettare ciò che ci permettiamo di dire: le questioni che ci permettiamo di affrontare con la congregazione, con i lottatori, con lo specchio. Ci è permesso parlare di ciò che Cristo può fare (e di ciò che possiamo fare) subito dopo l'indulgenza pornografica? O guardiamo alle nuvole e speriamo per il meglio? “Perché pensare a come Dio ti incontra nel mezzo del fallimento? Non dovresti nemmeno trovarti in una situazione "dopo la pornografia". ”Ma spesso molti lo sono e perché Dio può e agisce nel momento del rimpianto.

È spesso nel momento dopo la porta chiusa, l'oscurità, la luce dello schermo, l'atto nascosto - dopo l'indulgenza della pornografia - che Satana gira la sua rete più eloquente: modelli di pensiero minacciosi; contrattare con un Dio disapprovante e distante; torcendoci in noi stessi nell'odio verso se stessi. È nel momento successivo all'indulgenza della pornografia che Satana fa il suo miglior lavoro. È in questo momento che abbiamo bisogno che Dio faccia il suo miglior salvataggio. Ecco alcuni modi specifici per cercare la grazia nel momento successivo all'atto oscuro dell'indulgenza pornografica:

1. Conosci il tuo nemico.

Non appena ti concedi, ti immergi nell'odio verso te stesso o nell'auto-elusione. Satana è soddisfatto in entrambi i modi. Entrambe le strade credono alle sue accuse (Matteo 16:23; 2 Corinzi 7:10). Riconosci che hai un potente agente personale che è focalizzato singolarmente sulla tua distruzione (Giobbe 1: 7; Efesini 2: 2; Giuda 1:19). Ogni esperienza che fai - i tuoi pensieri, i tuoi odi, i tuoi impulsi, le tue emozioni, i tuoi piani, le tue idee - devono tener conto del fatto che Satana è al lavoro. Prima lo dimentichi, più facile è credere a bugie nascoste, sovversive, sottili, distruttive. Quando Gesù dice ai farisei che il loro padre è il diavolo - il grande bugiardo - non è certo una sorpresa che non lo sappiano . Satana vuole che dimentichino che è loro padre, perché il male acquista potere quando viene dimenticato (Giovanni 8:44). Non dimenticare: dopo aver indulgere, sei ancora a metà battaglia con una persona tenace e malvagia decisa a rubare la tua vita, e non l'ha ancora ottenuta.

2. Combatti l'odio verso se stessi.

Non c'è dubbio: la pornografia è la manipolazione contorta dell'innocenza per la brama brutta dell'appetito erotico. Avere una coscienza addolorata è una buona cosa. Ma quando Giuda si rese conto che "ho peccato tradendo sangue innocente", non sorprende che "se ne sia andato e si è impiccato" (Matteo 27: 4–5). È un sentimento comune: voler punirci per aver tradito l'innocente. Nel torcere l'innocenza, ci distorciamo. Non è una sorpresa che i tassi di suicidio siano alti tra gli utenti di pornografia. "Non sono bravo come i predicatori e i blogger cristiani vogliono che io sia." Per deformare la dignità umana, alla fine, deforma l'utente di più - deformandosi psicologicamente all'autodifesa; contorcendosi nell'auto-disgusto. Aborriamo, critichiamo, disprezziamo e detestiamo noi stessi. Sguazzare nell'auto-deprecazione e sentirsi come pagare penitenza a Dio per il peccato è una tortura triste e coraggiosa. È falso ed è una malvagia oppressione. Ma la grazia ha una parola su questo.

Non c'è da meravigliarsi che David usi metafore così profondamente fisiche quando supplica Dio per grazia sul peccato sessuale: "cancella le mie trasgressioni", "lavami", "purificami", "nel peccato mia madre mi ha concepito", "purge io ", " lavami "(di nuovo), " cancella le mie iniquità ", " crea in me un cuore pulito "(Salmo 51: 1, 2, 5, 7, 9, 10). È un motivo semplice e ruggente: “È in me. Fallo uscire! ”“ Fermami. ”“ Lo odio. ”“ Mi odio. ”“ Sbiancami. ”Dio ci dà una liturgia di dolore e speranza distesi nello stesso ululato. Combatti, con David. Gridalo, con David. Sostituisci il lamento dell'odio umano verso te stesso con un ininterrotto grido di guerra dell'amore divino.

Se sei tentato di sguazzare, non lasciare che il tuo (buono) intuitivo odio per il peccato ti porti ad odiare te stesso. Sii paziente con te stesso, perché Dio è paziente. Sta combattendo per la tua vita (Genesi 32:24; Giovanni 10:10). Non ti ha dimenticato. Non ti ha lasciato. Continua a combattere con lui. Continua a ansimare per l'aria della vita divina - lo Spirito che dà la Vita (1 Corinzi 15:45).

3. Combatti la foschia.

Subito dopo l'indulgenza, entra in scena una foschia. Gesù lo sa. "Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio" (Matteo 5: 8). La purezza è una festa di virtù luminescenti. Che cos'è l'impurità? È la festa che si auto-isola, evitando Dio, l'uomo e il sé, intorpiditi, storditi, indeboliti, desensibilizzati. L'impurità sessuale induce una cataratta spirituale. Ancora una volta, la sensazione è comune: la cronologia del browser è stata cancellata, frugando per il resto della giornata, passando da un'attività all'altra, da una persona all'altra - senza senso, senza persona, senza passione. Questa esperienza è integrata nel tessuto dell'indulgenza alla pornografia.

Di solito non c'è niente da fare, se siamo onesti, se non cavalcare l'onda: la confusione, la confusione. Continua a pregare (Efesini 6:18). Continua a ansimare per l'aria. Stai sveglio. Continua a respirare. La misericordia mattutina può essere il pulsante di ripristino emotivo di cui abbiamo bisogno quando spendiamo la nostra cache emotiva quotidiana sulla pornografia (Lamentazioni 3: 22–24). Il lamento sta ansimando. Prega quello che non può fare. “Il Signore è la mia parte. . . perciò spero in lui ”. (Lamentazioni 3:24). Veramente? Spererai in lui? La preghiera è un atto di speranza. La preghiera è la parte del lamento dell'opera del Signore. Continua a fare un passo avanti. Continua a prendere fiato. Senza ripetute indulgenze, la foschia alla fine svanirà.

4. Proteggi gli altri.

La pornografia è una sessione di allenamento sull'abilità di usare gli altri per piacere personale. Basta essere consapevoli del fatto che ora sei incline a usare le persone in stretta relazione allo stesso modo in cui usi quelle nella pornografia - con motivo egoistico, con atteggiamento negligente, senza pentimento. La pornografia ci attacca i paraocchi relazionali - ostacola profondamente la nostra capacità di amare bene gli altri. Quindi, il miglior modo di agire è camminare come se avessimo dei paraocchi fisici: calpestare lentamente e presumere che attualmente siamo molto vulnerabili e inclini a trattare coloro che ci circondano come subumani. Dopo l'indulgenza, è fondamentale tenere presente che coloro che non sono sullo schermo meritano il rispetto e la dignità che non siamo riusciti a mostrare a quelli sullo schermo.

La pornografia calma i suoi utenti in un dramma, un personaggio, una storia con una sceneggiatura, linee e azioni: una persona per piacere, una persona per piacere; una persona fa sacrifici, un'altra riceve sacrifici; un subumano, un dio. Ci vuole autocontrollo per ricordare che la pornografia è una falsa storia - per combattere il falso dramma che la pornografia ci regala, dobbiamo pensare attivamente meno a noi stessi e più agli altri: ricordare la dignità umana, l'amore di Cristo per coloro che ci circondano, la nostra non-divinità. Lo Spirito lavora in noi per impedire alla carne di governarci (Galati 5:17) - il Custode protegge gli altri dalle conseguenze del nostro pensiero che siamo Dio.

5. Confessa a un amico.

Confessa il peccato a un amico che non ti scuserà, ma altrettanto importante, che non ti schiaccerà. A volte, in cerca di aiuto per alzarsi dopo l'indulgenza alla pornografia (Proverbi 24:16), altri spingono solo verso il basso. Trova l'amico che dà speranza che guarisce quando sentono la confessione. Lo scopo della confessione è "che tu possa essere guarito" e "pregare gli uni per gli altri" (Giacomo 5:16). Naturalmente, il valore della "preghiera di una persona giusta" è che "ha un grande potere mentre sta funzionando" (Giacomo 5:16). Potere di fare cosa? Per “purificarci da ogni ingiustizia” (1 Giovanni 1: 9). La confessione a un amico (nel modo più appropriato, un amico dello stesso genere) non è una barriera tra il peccatore e Cristo, ma un mezzo per riparare la rottura. Il saggio peccatore confessa a coloro che non “schiacceranno gli afflitti alla porta” (Proverbi 22:22) né “chiameranno il male il bene e il bene il male” (Isaia 5:20). Prendi in considerazione la possibilità di partecipare a una riunione regolare della Samson Society nella tua zona.

6. Usa la tua chiarezza per sempre.

Sì, potrebbe esserci una foschia dopo l'indulgenza. Ma può esserci anche un diluvio di chiarezza: il senno di poi del rimpianto. “Quando Giuda. . . visto che Gesù fu condannato, cambiò idea ”(Matteo 27: 3). La chiarezza di Giuda lo portò su una strada sbagliata. Ma puoi usare la tua chiarezza per tornare su quello giusto. Allo stesso modo, Paolo scrive della ribellione di Israele, "Ora queste cose sono avvenute come esempi per noi, che potremmo non desiderare il male come hanno fatto loro" (1 Corinzi 10: 6). A volte, desideriamo il male comunque. E in quel caso, serviamo da esempio a noi stessi.

Come potrebbe dire Piper, "Non sprecare il tuo rimpianto". Usalo per la gloria di Dio e la tua gioia. Imposta i confini. Usa la chiarezza che sicuramente svanirà prima del prossimo momento di tentazione per costruire strutture che lo impediranno di nuovo. Vai avanti e indietro tutto ciò che desideri su quali strutture sono stupide e inefficaci e quali sono misure preventive sostenibili - la verità di base è questa: se non hai alcuna struttura formale istituita per impedirti di guardare la pornografia nel futuro, accadrà di nuovo assolutamente, con certezza al 100%. Se non hai strutture, non hai posto per essere esigente: scegli qualcosa. Ecco alcune azioni tra cui scegliere:

  • Ottieni Covenant Eyes o X3Watch per tutti i tuoi dispositivi.
  • Non lasciare che un'unica app browser non responsabile rimanga sul tuo iPhone.
  • Elimina le app nel browser che consentono l'accesso backdoor a un uso non responsabile di Internet.
  • Chiedi a un amico di bloccare la funzione di download dell'app sul tuo telefono in modo che il tuo browser nativo non sia un'opzione e non puoi scaricare Google Chrome (l'app Covenant Eyes / X3 funzionerà come browser).
  • Elimina le foto che hai salvato.
  • Informa un amico delle backdoor e dei cheat-code che hai nella tasca posteriore. Se non pianifichi affatto, stai pianificando di fallire. In nessun luogo questo è più vero che nella lotta pratica contro l'indulgenza alla pornografia.

7. Conosci il tuo Dio.

Ricorda questo: Dio ti ama così tanto. È sconvolto da noi (Genesi 6: 6), con il cuore spezzato con noi e potente per te (Salmo 34: 17–19). La foschia può bloccarci da Dio: “L'uomo stupido non può sapere; lo sciocco non può capire ”(Salmo 92: 6). Ma anche quando non possiamo vederlo, anche quando non gli obbediamo, preghiamo: Dio, frustriamo i nostri piani di disobbedire (Neemia 4:15), e "nessun tuo scopo può essere vanificato" (Giobbe 42: 2) . Più di ogni altra cosa: "Dio, aiutaci a gettare tutte le nostre ansie su di te, perché ti prendi cura di noi" (1 Pietro 5: 6–7).

Non abbandona il peccatore. Non si allontana dall'indulger. Aspetta nel suo amore. “Costruisci. . . nello Spirito Santo ”:“ mantenetevi nell'amore di Dio, aspettando la misericordia di nostro Signore Gesù Cristo che conduce alla vita eterna ”(Giuda 1: 20–21). Conosci la differenza tra la maschera di Dio che Satana indosserebbe per ingannarti: disgustato, distante, non disponibile, disinteressato, e ricorda il volto del tuo vero Dio: amorevole, paziente, operante, non sorpreso, inesorabile, incrollabile nella sua presa su di te. Non ti lascerà andare.

Raccomandato

Uriah
2019
Deserto, Culto, Tradimento e Dio
2019
Gesù Cristo regnerà per sempre
2019