Una fortezza potente è il nostro Dio

I riformatori non si limitarono a protestare; cantarono. The Protestant Reformation, che iniziò seriamente 500 anni fa questa settimana, non solo diede alla luce predicazione e scrittura, ma ispirò la musica e scatenò la canzone.

Che Dio ci dichiari ribelli pienamente giusti sulla sola base di suo Figlio, attraverso la sola fede - tali notizie sono troppo belle per non cantare. E che il nostro Creatore e Redentore stesso ha parlato nel nostro mondo e ha conservato il suo discorso per noi in un Libro, per essere illuminato dal suo stesso Spirito - tali notizie sono troppo belle per non trasformarsi in versi. Forse la prova più grande che la Riforma ha liberato la vera gioia nel liberare i prigionieri dalla schiavitù della religione umana è che la sua teologia ha reso un così buon matrimonio con la musica. La Riforma cantava.

Inno di battaglia della Riforma

A fare da apripista non solo a parole, ma a canzoni, c'era Martin Lutero. Ha scritto quasi quaranta inni, molti dei quali ha composto non solo le parole ma anche la musica. Il suo più famoso, naturalmente, "Una fortezza potente", spesso si chiama "Inno di battaglia della Riforma". La canzone incarna con forza e gusto lo spirito stesso della Riforma, liberandosi dalla flaccidità e dalla povertà della teologia medievale con ricca fiducia in Dio.

L'inno prende ispirazione principalmente dai primi due versetti del Salmo 46, insieme al ritornello dei versetti 7 e 11.

Dio è il nostro rifugio e la nostra forza,

un aiuto molto presente nei guai.

Pertanto non temeremo. . . (Salmo 46: 1–2)

Il Signore degli eserciti è con noi;

il dio di Giacobbe è la nostra fortezza. (Salmo 46: 7, 11)

Il Salmo 46 si apre con Dio come "rifugio e forza", e l'inno di battaglia si apre con Dio come "fortezza possente" - letteralmente, un castello forte o irremovibile. La terza linea è "aiuto nei guai"; la strofa tre è "non temeremo".

Ma è qui che finiscono i paralleli. Piuttosto che una semplice espressione hymnodic del salmo, facciamo meglio a chiamarlo un inno cristiano ispirato da esso. Ciò che è generico nel Salmo 46, Lutero specifica e cristiano. Nomina l'agente personale dietro il problema: "il nostro antico nemico", il diavolo. Mette in salvo un volto umano e una persona: "Cristo Gesù è lui". E l'inno si cela con le gloriose vette himalayane di Romani 8.

Come abbiamo ottenuto l'inglese?

Forse a questo punto, o qualche volta in passato, ti sei chiesto della versione inglese che cantiamo oggi, Ehi, Lutero non parlava tedesco? Chi ha portato questo potente inno in inglese e quanto è fedele all'originale di Lutero?

“I riformatori non hanno solo predicato e scritto. Hanno fatto musica e scatenato una canzone. ”Twitter Tweet Facebook Condividi su Facebook

L'inno è venuto in inglese già dieci anni dopo la composizione di Lutero, ma la versione che molti di noi cantano oggi è stata tradotta da Frederick Hedge più di 300 anni dopo, nel 1853. Non è affatto una traduzione letterale dell'originale, comprensibilmente prendendo determinate licenze per amor di metro e rima. Aggiungete a ciò il fatto che Hedge era un ministro Unitario - nel senso che credeva nell'unità di Dio ma non nella tenebra. In altre parole, non era un trinitario. Credeva che Gesù fosse pienamente umano ma non Dio, ispirato da Dio ma non dal suo eterno Figlio divino.

Per dare a Hedge il dovuto, la sua versione inglese incarna bene l'umore e i temi principali dell'originale di Lutero. "Potente fortezza", per noi immagini meno familiari, catturano il Salmo 46 meglio di ciò che ci viene in mente oggi quando pensiamo a un "castello". Ciò che si vede nel salmo è la prima forza, non la bellezza. Pensa a Helm's Deep, non a Disneyland. E possiamo ringraziare Hedge per la sua potente quartina, alludendo con Lutero a Luca 21: 16–18, al finale:

Lascia andare beni e affini

Anche questa vita mortale

Il corpo che possono uccidere

La verità di Dio rimane ferma

Ciò che l'Unitario perse

Tuttavia, non dovremmo essere troppo sorpresi dal fatto che un traduttore Unitario possa perdere alcune cose, sia piccole che grandi - alcune intenzionalmente e altre inevitabilmente, data la natura della traduzione dei testi invece della prosa. Per aiutarti a goderti meglio il potere dell'originale di Lutero, notiamo sette varianti, grazie a una traduzione "letteralmente lignea" di John Piper, rivista dal pastore tedesco Matthias Lohmann. (La traduzione completa è pubblicata di seguito.)

1. Attacco, non solo difesa

La seconda linea di Hedge afferma che Dio è "un baluardo che non manca mai". Quello che ci manca dall'originale è che Dio, la nostra potente fortezza, non è solo difensivo ma anche offensivo - letteralmente "una buona difesa e un'arma". Non solo protegge ma ci porta avanti nella vittoria.

2. Aiuto da ogni miseria

Nel realizzare le sue linee poetiche, Hedge afferma che Dio è il nostro aiuto "in mezzo al diluvio di mali mortali ". L'originale di Lutero è più radicale: "ci aiuta a liberarci da ogni miseria ". Questo è il tema principale che vediamo emergere: quello di Lutero è più forte .

3. Le meravigliose dichiarazioni estreme di Lutero

"Forte come" A Mighty Fortress "è nel nostro inglese, è ancora più forte nella sua forma non diluita e originale." Twitter Tweet Facebook Condividi su Facebook

A proposito di tutto, la traduzione di Hedge attenua costantemente le dichiarazioni estreme di Lutero. Ciò significa che nel nostro inglese forte come "A Mighty Fortress", è ancora più forte nella sua forma originale. Non solo il nostro Dio, la nostra potente fortezza, ci libera da " ogni miseria", ma "Con il nostro potere non si realizza nulla / Ci perdiamo molto presto" (confrontare con "Ci confidiamo con le nostre forze / Il nostro impegno perderebbe “). Quindi, anche Satana "non ci fa nulla " è un'affermazione più forte del semplice "suo furore che possiamo sopportare". E relativo ai nostri "beni e affini" (letteralmente, "beni, onore, figlio e moglie"), Afferma Lutero, "Non avranno alcun profitto ", che Hedge abbandona del tutto e colma il vuoto con "La verità di Dio rimane ferma".

Cosa si perde nell'Hedge che ammorbidisce i bordi di Lutero? Gli estremi di Lutero catturano meglio non solo l'estrema pienezza e potenza di Dio, ma anche la nostra estrema vacuità e impotenza.

4. Dio lavora tutto secondo i piani

Abbiamo detto sopra che l'inno culmina con Romani 8. Non solo Satana è completamente senza successo nei suoi sforzi contro di noi (Romani 8:31), ma nella strofa finale, Lutero allude a Romani 8:28, con Efesini 1:11: “ [Cristo] è con noi secondo i piani . ”Hedge dice di nuovo meno (“ Attraverso chi si schiera con noi ”), optando solo per catturare“ con noi ”ma non la divina sovranità di“ secondo i piani ”.

5. Il mondo potrebbe essere molto peggio

Il "sebbene" di Hedge all'inizio della strofa tre introduce una sottile differenza degna di nota. " Sebbene questo mondo con i diavoli pieni" conceda una grandezza al male che al momento opera nel nostro mondo che Lutero non ha fatto. Non pensava che il mondo fosse pieno di diavoli. Diavoli abbastanza, certo, ma non un mondo pieno di loro. Lutero dice "anche se". Solleva un ipotetico per fare un caso per la fede fiduciosa di Dio ora. " Anche se il mondo fosse pieno di diavoli" - e non è pieno di diavoli, ma solo uno - ma anche se così fosse, "Non temeremmo così tanto / Avremo comunque successo".

Lutero mira a conquistare la paura e nutrire la fede nel presente affermando che anche se la nostra condizione fosse molto peggio, saremmo ancora completamente sicuri in Cristo. Quanto più dovremmo ora riporre al sicuro nella sua irremovibile sovranità!

6. Nessun altro dio tranne Gesù

Più significativamente, l'Unitario lascia cadere il riferimento di Lutero a Gesù come Dio. Hedge inserisce "di età in età uguale" al posto di "non c'è nessun altro Dio". Questa è la più grande delle affermazioni estreme di Lutero che non rendono il taglio di Hedge, e questa è la singola più grande supervisione o alterazione. Non potrebbe essere giusto assumere un'alterazione poiché Hedge era Unitaria?

È gloriosamente vero che Gesù è lo stesso ieri, oggi e per sempre (Ebrei 13: 8), ma non è quello che Lutero aveva nel suo originale. Piuttosto, sembra aver fatto contorcersi l'Unitario, e ha cercato di salvare questo inno altrimenti forte da quello che pensava fosse un errore trinitario.

7. Il suo regno è per noi

"Gli estremi di Lutero catturano meglio la grande potenza di Dio e la nostra grande impotenza". Twitter Tweet Facebook Condividi su Facebook

Infine, l'ultima riga di Hedge ("Il suo regno è per sempre") perde il "per noi" di Lutero (letteralmente, "Il regno deve rimanere per noi"). È una piccola perdita, sì, ma dolce e importante. Questa è la grande perfezione che la Riforma ha meravigliosamente riconquistato. In Cristo, non solo intravediamo lo spettacolare regno di Dio, ma siamo invitati a entrare. Diventiamo parte del regno dall'interno (anche, in qualche modo reale, regnando con lui, 2 Timoteo 2:12; Apocalisse 20 : 6) - in un regno che non solo rimane per sempre ma è per noi, per il nostro bene eterno e la gioia eterna.

Quindi, questo fine settimana e nel futuro, mentre ci godiamo l'ammirevole traduzione di Hedge - di cui dovremmo essere grati - possiamo essere certi che l'originale di Lutero è ancora più forte e persino migliore. E Salmo 46 e Romani 8 sono persino migliori, e persino più forti, di ciò che Lutero poteva catturare in versi. Il dio di cui cantiamo sarà sempre più forte e migliore di quanto persino le nostre migliori canzoni possano dire.


Una fortezza potente è il nostro Dio

Una traduzione "letteralmente in legno"

di John Piper, con Matthias Lohmann

Un forte castello è il nostro Dio,

Una buona difesa e un'arma.

Ci aiuta a liberarci da ogni miseria

Questo ora ci ha influenzato.

Il vecchio nemico malvagio

Ora è seriamente con le sue intenzioni.

Grande potenza e molto inganno

È la sua crudele armatura.

Sulla terra non è la sua somiglianza.

Con il nostro potere non si realizza nulla.

Ci perdiamo molto presto.

L'uomo giusto combatte per noi

Chi Dio stesso ha scelto.

Chiedete chi è?

Si chiama Gesù Cristo,

Il signore degli eserciti,

E non c'è altro Dio.

Il campo di battaglia che deve contenere.

Anche se il mondo fosse pieno di diavoli

E vorrebbe inghiottirci,

Non temeremmo così tanto.

Ci riusciremo comunque.

Il principe di questo mondo,

Quanto amaramente potrebbe fingere di essere,

Tuttavia non ci farà nulla

Perché è giudicato.

Una piccola parola può farlo cadere.

Quella parola lasceranno stare

E non avrò grazie per questo.

È con noi secondo i piani

Con il suo Spirito e doni.

Se prendono il corpo,

Beni, onore, figlio e moglie,

Lasciali andare via.

Non avranno alcun profitto.

Il regno deve rimanere per noi.

Raccomandato

Dio sa
2019
Creato per un altro mondo: ricordando CS Lewis
2019
Il culto del sé e il comando di Gesù
2019